Satellite MERLIN, raggiunto l’accordo fra CNES e DLR

Finalmente l’accordo c’è: l’Agenzia Spaziale Francese CNES e la tedesca DLR costruiranno insieme il satellite climatico MERLIN.

MERLIN è l’acronimo di Methane Remote Sensing LIDAR Mission. La missione del satellite, infatti, è di rintracciare tracce di metano nell’atmosfera.

E così anni di rinvii e discussioni, le due agenzie hanno trovato un accordo. Le due agenzie hanno finalmente firmato un accordo di cooperazione.

Il progetto del satellite MERLIN è così rispolverato dopo una pausa durata circa sei anni. Un comunicato addirittura ha annunciato anche la data del lancio: 2021.

La ripresa del progetto era stata annunciata a dicembre 2015 dai Ministri con delega allo Spazio francese e tedesco durante la Conferenza sul clima COP 21 di Parigi.

I Ministri all’epoca fissarono il lancio per il 2020 e l’impegno finanziario: 250 milioni di euro. Di questi fondi 100 milioni di euro sarebbero stati a carico del CNES e 150 della DLR.

Il MERLIN misurerà la concentrazione del metano nell’atmosfera terrestre servendosi di LIDAR, uno strumento simile a un laser.

In pratica grazie a LIDAR, MERLIN dovrebbe emettere due impulsi laser a differenti lunghezze d’onda in rapida successione.

Tali impulsi rimbalzeranno sulla superficie della Terra e saranno di nuovo acquisiti dal satellite. Uno dei due impulsi è sensibile alla presenza di metano e l’altro no.

La prova dell’esistenza di metano tra il satellite e la superficie sarà data dalla differenza di velocità delle due emissioni laser.

La missione di MERLIN durerà tre anni.

Redazione News24G

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *