Rifiuti elettronici, arriva l’uno contro zero

A partire dal 22 luglio per disfarsi dei rifiuti elettrici ed elettronici di piccole dimensioni sarà sufficiente consegnarli presso un grande negozio di elettrodomestici. E’ la nuova disposizione del decreto del ministero dell’Ambiente n. 121, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale lo scorso 7 luglio, che impone ai grandi distributori il ritiro gratuito dei piccoli rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche, o RAEE.

La nuova funzione è denominata “uno contro zero” perché chiunque può consegnare il vecchio apparecchio elettrico senza avere l’obbligo di acquistarne uno nuovo.

L’obbligo di ritiro gratuito è valido solamente per i negozi con una superficie di vendita al dettaglio di 400 metri quadrati o superiore, mentre per i negozi più piccoli e i distributori che effettuano vendite online rimane facoltativo.

Nel dettaglio, i piccoli elettrodomestici che rientrano nella procedura “uno contro zero” sono le apparecchiature elettriche ed elettroniche, dette AEE, ovvero tutti quei dispositivi che necessitano di correnti elettriche con una tensione non superiore a 1000 volt per la corrente alternata e a 1500 volt per la corrente continua per funzionare. Rientrano nel decreto tutti i vecchi telefoni cellulari, i lettori mp3, i tablet, phon e piastre per capelli, silk epil e rasoi elettrici, spremiagrumi, sbattitori elettrici e tutti gli altri apparecchi di piccole dimensioni.

Redazione News24G

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *