Puglia. Scontro fra treni, il cordoglio dei vip sui social

La vicenda del tremendo scontro frontale tra due treni avvenuto ieri nell’aperta campagna pugliese, sulla tratta a binario unico tra Ruvo e Corato, che ha causato 27 morti e 50 feriti, ha toccato il cuore di tutti e le celebrità italiane hanno affidato i loro pensieri ai social network, esprimendo il loro cordoglio.

Il cantante Giuliano Sangiorgi dei Negramaro ha scritto su Facebook: “Sono su un treno qualunque che mi porterà verso giorni di musica e bellezza. Ma oggi il cuore è sospeso. Come se non lo sentissi più battere. Sento solo il suono delle rotaie che mi porta altrove…nella mia terra. Oggi l’oro perlato degli ulivi si è tinto di rosso. Ogni pensiero è rivolto a quelle persone che hanno perso la vita su un binario che taglia in due la Puglia e da oggi… anche l’anima di tutti noi”.

Numerosi gli appelli per donare il sangue e mettersi in contatto con la polizia locale, Ermal Meta ha scritto: “Aiutate se potete. Servono donatori di sangue”. Anche Gianna Nannini ha espresso la sua vicinanza ed ha lanciato l’appello per la donazione di sangue, twittando: “Gianna vicina; urgente aiuto alla Puglia #treni #tragediatreno #puglia #donaresangue #corato”. La cantante Emma ha postato su Twitter l’immagine di un cuore, la stessa usata da Laura Pausini, mentre Raf ha commentato la tragedia scrivendo: “Umore nero in un giorno di sole”.

L’attore pugliese Lino Banfi ha invece dichiarato sui social: “Sono vicino con tutto il cuore ai miei concittadini che stanno vivendo questa tragedia”, così come il conterraneo Al Bano Carrisi, che ha espresso il suo cordoglio, scrivendo: “TRAGEDIA IN PUGLIA: In attesa che sia fatta luce per chi purtroppo non avrà mai luce..mi unisco al dolore delle famiglie colpite da questa IMMANE.. INCREDIBILE DISGRAZIA. AL BANO”

Lo scrittore Roberto Saviano ha sottolineato la precaria situazione dei trasporti nel Mezzogiorno, scrivendo: “Il Presidente del Consiglio dice che cercherà i responsabili dell’incidente ferroviario di Barletta, credo che quelli dovrebbe individuarli la magistratura. A Renzi spetterebbe il compito di rendere il servizio ferroviario dignitoso, un servizio che è abbandonato, trascurato, sottodimensionato. Muoversi in Puglia, in Calabria, in Campania, in Basilicata, in Sicilia è un’impresa da avventurieri.”

Non potevano mancare le parole di cordoglio e di preghiera del Pontefice, il quale “Appresa la notizia del grave incidente ferroviario avvenuto sulla linea Corato-Andria, nel quale hanno perso la vita numerose persone, sua santità Papa Francesco esprime la sua sentita e cordiale partecipazione al dolore che colpisce tante famiglie. Il Papa assicura fervide preghiere di suffragio per quanti sono tragicamente morti e, mentre invoca dal signore per i feriti una pronta guarigione, affida alla materna protezione della Vergine Maria quanti sono colpiti dal drammatico lutto e invia la confortatrice benedizione apostolica”, ha dichiarato il segretario di Stato della Santa Sede, il cardinale Pietro Parolin, in un messaggio indirizzato all’arcivescovo di Bari-Bitonto, Francesco Cacucci.

Redazione News24G

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *