La tecnologia applicata al settore mobile potrebbe, nei prossimi anni, subire ancor più un incremento, attualmente ci sono delle statistiche molto interessanti da esaminare:

In Italia ad esempio gli utenti sono legati molto alla tecnologia, le ultime statistiche indicano che almeno il 40% delle persone è solita trascorrere 4 ore navigando in rete e di questi il 69% utilizza un dispositivo mobile, sia esso uno smartphone o un tablet.

Ma lo studio sviscerato durante la XVI edizione dell’Evento Annuale Ericsson, ci conferma che a breve sarà buttato già il muro del rapporto uomo-smartphone, ovvero uomo e dispositivo mobile, secondo le ricerche infatti, nel prossimo futuro ci potrebbero essere più cellulari che uomini.

Durante l’Evento Annuale Ericsson, al quale hanno partecipato diverse aziende e startup, si è dibattutto a lungo sul “Gli Italiani e la Società Connessa”, la Ericsson ha organizzato il dibattito con la collaborazione di LUISS Guido Carli.

Le statistiche sono chiarissime, la fiducia verso la tecnologia è altissima, la digitalizzazione arriva al 31% per i servizi pubblici, al 29% per il settore Istruzione e al 27% per la Sanità, secondo le stime almeno il 71% è convinto che la digitalizzazione può migliorare la qualità della vita, inoltre la digitalizzazione può creare nuovi posti di lavoro e contribuire allo sviluppo economico del Paese.

Complessivamente lo studio riporta che proprio durante quest’anno avverrà il sorpasso tra cellulare e uomo, si arriverà infatti a 7,2 miliardi di dispositivi rispetto a 7 miliardi di esseri umani sul pianeta.

Redazione News24G