Nintendo Switch, Kimishima: non è solo per i core gamer

Il target di riferimento di Nintendo Switch non sono solo i core gamer: ad affermarlo il Presidente di Nintendo in persona, Tatsumi Kimishima.

Il Presidente di Nintendo è corso ai ripari dopo il video di presentazione di Nintendo Switch che ha fatto supporre che il target di riferimento della nuova console fosse quello dei “giovani adulti”, giocatori occasionali, core gamer o casual gamer, come vuole la definizione.

E la precisazione non è casuale e nemmeno da poco visto che il mercato odierno dei videogames è influenzato da due differenti tipologie di giocatori: sono core gamer e hardcore gamer che ne determinano la direzione.

Perciò Kimishima ci ha tenuto a precisare che, se è vero che i core gamer sono stati scelti per rendere più appetibile il trailer, il target cui si riferisce la console non è lo stesso. O meglio, non è solo quello.

“Come fa intuire il nome, stiamo cambiando un sacco di cose. Ma non abbiamo intenzione di cambiare i nostri clienti”, spiega Tatsumi Kimishima.

“Non vogliamo seguire solamente un certo gruppo di persone di una certa età – continua – anzi, a seconda del genere di gioco che uscirà, anche le famiglie e i ragazzi potranno tranquillamente giocare alla nostra console. I titoli che abbiamo mostrato sono per le persone che capiscono subito le potenzialità della console, mentre per le famiglie e i bambini vogliamo che le apprezzino direttamente giocandoci”.

Kimishima ha poi annunciato che a gennaio 2017 saranno fornite altre informazioni sui giochi e gli accessori di Nintendo Switch.

Redazione News24G

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *