Missioni Apollo forse causa della morte dei suoi astronauti

Le radiazioni spaziali potrebbero essere la causa del decesso per molti degli astronauti delle missioni Apollo. Il 43% degli astronauti che hanno partecipato alle missioni sulla Luna sono morti per problemi cardiovascolari. I protagonisti delle missioni lunari sono stati esposti a intense quantità di raggi cosmici molto maggiori rispetto agli altri astronauti in missione nell’orbita terrestre e questo, a distanza di anni, ha probabilmente compromesso la salute di cuore e vasi sanguigni.

E’ quanto emerso dallo studio guidato da Michael Delp, dell’Università Florida State, e pubblicato sulla rivista Scientific Reports basato sui dati medici dei 24 membri della NASA che viaggiarono nello spazio lontani dallo schermo creato dalla Terra. Lo studio ha evidenziato che quasi la metà di questi hanno manifestato problemi al cuore e ai vasi sanguigni. Gli scienziati hanno inoltre effettuato un esperimento a sostegno della loro tesi, esponendo un topo a radiazioni dello stesso tipo, e dimostrando che dopo 6 mesi, che rapportato all’essere umano equivalgono a vent’anni, il roditore manifestava dei seri problemi alle arterie.

Tali risultati hanno evidenziato la necessità di proteggere la salute degli astronauti che viaggeranno in missione alla volta di Marte, cercando di studiare e realizzare nuove tecnologie atte a prendere precauzioni e allo sviluppo di sistemi di sicurezza.

Redazione News24G

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *