Microsoft testa un riconoscimento vocale da mille e una notte

Microsoft testa un riconoscimento vocale da mille e una notte.

Microsoft ha appena condotto una ricerca definita “un traguardo storico”. Si legge, infatti, in un comunicato che è la prima volta che un sistema informatico eguaglia l’uomo in un riconoscimento vocale.

Si tratta di un sistema estremamente sofisticato che sarà probabilmente utilizzato in prima battuta per l’assistente vocale chiamato Cortana.

Tuttavia è facile prevedere che la sua applicazione e utilizzazione non si limiterà a questo, bensì al miglioramento di programmi o di applicazioni che riguardano anche la dettatura vocale.

In base ai test effettuati da Microsoft tramite il famoso riconoscimento vocale Switchboard, la percentuale di errore raggiunta mediamente è stata di 5,9 parole su cento.

Siamo cioè a livelli eccellenti, dal momento che è lo stesso tasso di errore attribuibile in media all’uomo. E’ di gran lunga il punteggio più basso mai ottenuto da un sistema artificiale.

Gli uomini di Facebook avvertono che, per sviluppare questo riconoscimento vocale, è stata utilizzata una particolare tecnologia allo studio da mesi, che consente di utilizzare modelli di linguaggio neurale, i quali sono in grado di raggruppare una serie di parole fra loro.

Redazione News24G

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *