Luigi Tenco 50 anni dalla sua tragica scomparsa

Sono passati cinquant’anni dalla tragica morte di Luigi Tenco, che si tolse la vita durante il diciassettesimo Festival di Sanremo, era il 27 gennaio del 1967.

Il cantautore piemontese si tolse la vita sparandosi un colpo di pistola nella sua camera d’albergo, dopo essersi esibito sul palco dell’Ariston in coppia con Dalida, con il brano “Ciao Amore ciao”. Il brano non venne apprezzato dagli organizzatori del Festival e non arrivò in finale, secondo alcuni la decisione di togliersi la vita fu dettata anche da questa delusione.

Tenco quando stava per salire sul palco disse al presentatore, Mike Buongiorno, “Questa è l’ultima volta” e Mike in quel momento pensò che Tenco avesse deciso di interrompere la sua carriera artistica e gli rispose: “L’ultima volta che canti un brano fox”.

In molti non hanno mai creduto alla tesi del suicido, nonostante Tenco lasciò un biglietto d’addio dove si leggeva: “Ho voluto bene al pubblico italiano e gli ho dedicato inutilmente cinque anni della mia vita. Faccio questo non perché sono stanco della vita (tutt’altro) ma come atto di protesta contro un pubblico che manda Io tu e le rose in finale e ad una commissione che seleziona La rivoluzione. Spero che serva a chiarire le idee a qualcuno. Ciao. Luigi.”

Alessandra Forte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *