Le cuffie wireless Noontec Zoro II, la sfida alle blasonate

Le cuffie wireless Noontec Zoro II, la sfida alle blasonate.

Torniamo alle cuffie grosse, quelle classiche, forse più ingombranti ma che certamente garantiscono in termini di resa qualcosa in più delle micro cuffie da 15 grammi che solitamente si trovano sul mercato.

Certo, andare a fare jogging con un paio di auricolari quasi invisibili e magari wireless, è un’altra cosa. Ma se vogliamo, in generale, una qualità riproduttiva migliore, bisogna affidarsi a diffusori più grandi.

Ci vuole qualcosa che faccia concorrenza alle Sennheiser, alle Bose, alle Beats. Vediamo allora come si comportano, ad esempio, queste Noontec Zoro II.

Noontec Zoro II, comfort

L’estetica può dar adito a qualche dubbio, ma in fondo è questione di gusti. I materiali non sono eccezionali; ma l’impianto contiene una novità, forse non assoluta ma interessante.

Il ripiegamento degli speaker che rendono il tutto meno voluminoso e quindi più trasportabile. Questo vuol dire in termini assoluti una maggiore comodità, ma in termini meccanici potrebbe esserci qualche problema.

Quando per centinaia o migliaia di volte, si procede all’operazione ribaltamento degli speaker, gli elementi di fissaggio tendono inevitabilmente a indebolirsi. Per quel che riguardo l’aspetto del colore, questo è invece molto gradevole. Per chi è tifoso del Milan c’è il rosso e il nero che sembrano ben combinati e piacevoli a vedersi. Ma apprezzeranno sicuramente anche i tifosi di altre squadre.

Design

Il design è italiano, e questo non può che farci piacere. Le cuffie pesano 210 grammi, che non è poco, ma nemmeno è un peso eccessivo per questo tipo di prodotto. I tasti per i comandi sono tre: back, next e play/pause. I tasti stessi non sono facilissimi da individuare. Ci sono poi dei led azzurri per l’autonomia della batteria e uno verde per l’accensione.

cuffie wireless Noontec Zoro II

Ricarica

Per la ricarica delle cuffie c’è un cavetto micro USB. Il cavo da 3.5 millimetri è un po’ fino, ma è piatto, il che consente, per quanto possibile, di evitare grovigli e simili.

All’uso, le cuffie tendono a scaldare nella zona auricolare, tuttavia il fenomeno è percepibile dopo qualche ora di utilizzazione intensiva. La prova suono permette di dire che l’isolamento dall’esterno è nella media. L’intensità del suono è davvero notevole e non si apprezzano eccessive distorsioni. In generale la qualità del suono tende a non degradare eccessivamente.

Conclusioni e prezzo

Il giudizio è positivo, ma quando ci si trova di fronte a una pluralità di strumenti, la capacità delle cuffie di separare suono da suono entra un po’ in sofferenza. Le frequenze medio-alte sono esaltate, la riproduzione delle frequenze basse risulta più che sufficiente.

Non positivo invece il giudizio per il microfono integrato. Generalmente questi strumenti non sono niente di eccezionale, e le Noontec Zoro II confermano, e forse peggiorano anche, il giudizio in questo senso. Nel settore della trasmissione audio, le cuffie utilizzano il Bluetooth 4.0 con profilo aptX.

Nota estremamente positiva è invece quella sulla batteria, la quale, a detta dell’azienda produttrice, dovrebbe arrivare anche a 35 ore via Bluetooth.

Il giudizio complessivo è buono, anche se il prezzo finale ci sembra un poco alto: circa 130 euro.

Offerta per i lettori: Noontec ZORO II Wireless Cuffie Premiato Suono On-Ear AptX Autonomia di 35 Ore

Redazione News24G

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *