La custodia per iPhone anti-spia di Snowden

L’ex collaboratore dell’Agenzia per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti, responsabile di aver portato alla luce lo scandalo Datagate, Edward Snowden, è tornato sul tema di sorveglianza da parte dei governi, ma stavolta per aiutare a sventarla, grazie a una speciale custodia per iPhone.

Snowden è attualmente in esilio in Russia, ma ha partecipato in videoconferenza alla “Forbidden Research” organizzata dal Massachusetts Institute of Technology presentando il progetto di una nuova custodia per iPhone 6 capace di rilevare se lo smartphone stia trasmettendo, in modo anomalo, dei segnali in grado di far intercettare il proprietario.

La nuova cover si chiama “introspection engine” ed è stata realizzata insieme ad Andrew Huang, un hacker meglio noto con il nickname Bunnie. Questa nuova invenzione consente di sapere se l’antenna Wi-Fi, il Gps, il Bluetooth e il modem dello smartphone stanno trasmettano o ricevano segnali anche se, ad esempio, il telefono è spento o in modalità aereo.

Secondo Snowden la cover può essere utile per i giornalisti che lavorano in aree a rischio, difatti ha riportato l’esempio dell’esplosione che nel 2012 in Siria, che costò la vita alla giornalista statunitense Marie Colvin, reporter per il londinese Sunday Times. “Le emissioni di radiofrequenze delle comunicazioni usate da Colvin per le sue cronache sono state intercettate dall’esercito siriano”, ha commentato Snowden.

Redazione News24G