Italiani troppo sedentari

Il 31% degli italiani può essere classificato come sedentario, mentre il 20,9% dei bambini è sovrappeso. Questi i dati forniti da una risposta di Beatrice Lorenzin, ministro della Salute, in merito a un’interrogazione presentata da Giorgio Sorial (deputato M5S), il quale sottolineava quanto “l’inattività fisica sia ormai il quarto più importante fattore di rischio di mortalità”.

Nella risposta al documento di sindacato ispettivo si evince che “i dati del sistema di sorveglianza `Passi´ 2011-2014 mostrano che solo il 33,2 per cento degli intervistati di 18-69 anni può essere classificato come attivo (cioè effettua un lavoro pesante, oppure 30 minuti di attività moderata per almeno 5 giorni alla settimana, oppure attività intensa per più di 20 minuti per almeno 3 giorni); il 35,8 per cento come parzialmente attivo (non svolge un lavoro pesante ma fa qualche attività fisica nel tempo libero, senza però raggiungere i livelli raccomandati); e ben il 31 per cento può essere classificato come sedentario (non fa un lavoro pesante e non pratica attività fisica nel tempo libero). La proporzione di adulti sedentari aumenta con l’età, è maggiore fra le donne, fra i più svantaggiati economicamente, fra i meno istruiti e fra i residenti nelle regioni del Sud Italia (ad eccezione di Molise e Sardegna). Inoltre, l’attenzione degli operatori sanitari al problema della sedentarietà rimane ancora bassa, in quanto solo il 30,6 per cento degli intervistati riferisce di aver ricevuto il consiglio di effettuare una regolare attività fisica”.

Il dato dei bambini in sovrappeso è emerso grazie allo studio “Okkio alla salute”, che ha fornito questionari indirizzati a bambini, genitori, insegnanti e dirigenti scolastici, con la rilevazione di peso e altezza dei bambini effettuata in classe da personale sanitario.  I bambini risultati in sovrappeso sono risultati il 20,9% e i bambini obesi il 9,8%, di cui quelli severamente obesi che, da soli, sono il 2,2%.

Il problema maggiore rimane la sedentarietà: il 16% dei bambini non ha svolto attività fisica il giorno precedente il test, il 18% fa sport per non più di un’ora a settimana, il 42% ha la televisione nella propria camera, il 35% guarda la Tv e/o gioca con i videogiochi per più di 2 ore al giorno e solo 1 bambino su 4 va a scuola a piedi o in bicicletta. Per di più soltanto il 41% delle mamme di bambini sedentari ritiene che il proprio figlio svolga un’insufficiente attività motoria.

Redazione News24G

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *