In calo la vendita di Tablet, costosi ma duraturi

Si sa che a Natale, negli ultimi anni, l’unico mercato che probabilmente non conosce crisi è quello tecnologico.

Eppure non tutti i prodotti tecnologici riescono a ritagliarsi il loro spazio: ad esempio negli ultimi mesi sta conoscendo una forte crisi nelle vendite il comparto dei tablet.

Nonostante nei siano prodotti sempre nuovi modelli, sempre più all’avanguardia e con caratteristiche avanzatissime, le vendite continuano a calare: secondo quanto previsto dai ricercatori Idc, il mercato di questi dispositivi chiuderà il 2014 con un incremento del 7,2%, ben distante da quell’esplosivo ed entusiasmante +52,5% messo a segno nel 2013.

La ragione sembra essere principalmente una: gli utenti non sarebbero propensi a comprare i nuovi dispositivi in uscita, effettuando upgrade raramente, cosa completamente differente rispetto, appunto, all’utenza PC, soprattutto quella che riguarda i prodotti low-cost, come i notebook.

I tablet, costosi e molto duraturi, reggono bene anche per oltre 4 anni, molto di più rispetto anche alla vita media di uno smartphone che ad oggi si aggira sui due anni.

E quindi, in termini numerici si prevede che le vendite si attesteranno a livello globale attorno ai 235,7 milioni di unità, di cui 119,3 milioni localizzate nei mercati emergenti (con un incremento dell’11,5%) e 116,4 milioni nei mercati maturi (+3,2%).

A sorpresa invece riprende a crescere, anche se lentamente, il mercato dei pc: anche se non si parla di cifre eclatanti, lasciano ben sperare ai produttori per una più consistente ripresa del mercato dei personal computer.

Redazione News24G

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *