Il progetto italiano sulle regole tecniche per le VLT

Via libera da parte della Commissione Europea al progetto italiano sulle regole tecniche per le Vlt e per i casino gratis: è scaduto infatti lo stand still, dopo il periodo trimestrale previsto, e non vi sono state presentazioni di commenti o pareri circostanziali sull’elaborato italiano. Il nuovo futuro del segmento del gioco d’azzardo si delinea con la definizione delle nuove regole e porta anche importanti novità che si preparano a caratterizzare la vita di queste apparecchiature per il prossimo anno. Prima di tutte, il passaggio delle procedure di omologazione dalla “vecchia” Sogei agli enti di verifica.

Il progetto è composto da 13 articoli ed in generale i primi contengono e prevedono le caratteristiche, i requisiti minimi e le modalità di funzionamento del sistema gioco e delle sue componenti. Disposizioni che riguardano, sommariamente, gli strumenti di monitoraggio, le funzionalità di poter utilizzare ticket emessi dal sistema di gioco in un diverso sistema nella stessa sala, le caratteristiche della sala e degli apparecchi videoterminali e la definizione del concetto partita/puntata e vincita.
Tutti questi contenuti non determineranno, per i concessionari, impatti di particolare rilievo. Tre articoli sono dedicati alla definizione delle caratteristiche del ticket, i parametri di funzionamento del gioco, i requisiti del jackpot. L’art.11 prevede le caratteristiche che devono proporre i singoli giochi, mentre quello successivo definisce il metodo della verifica tecnica di conformità. L’ultimo articolo, il 13, stabilisce che l’Agenzia procederà ad adeguare le regole tecniche in caso escano nuove disposizioni di legge che ne richiedano modifiche od integrazioni.

Gli articoli contenuti nel progetto per le Vlt, pur non essendo conseguenti o discendenti da norme sono comunque ispirate a raggiungere gli obbiettivi generali del settore ludico che fanno ormai parte di indirizzi sempre più diffusi di Autorità Politiche e di controllo: come la tutela dei minori, la prevenzione di comportamenti problematici nell’approcciarsi al gioco d’azzardo, la normativa antiriciclaggio ed il controllo di flussi finanziari al fine della tutela dell’ordine pubblico e della sicurezza del territorio.

Non bisogna assolutamente dimenticare che nella Legge di Stabilità 2016, che tocca anche il settore dei casino online autorizzati aams, si prevede che le attività di certificazione dei sistemi di gioco Videolottery, sino ad ora svolte da Sogei, saranno esercitate da Enti di certificazione privati, come peraltro già accade per le Awp e per il segmento del gioco a distanza. Questa estensione della certificazione a vari soggetti rende urgente l’aggiornamento del decreto contente le relative disposizioni di carattere tecnico risalenti al gennaio 2010, nonché la conseguente definizione delle linee guida per la certificazione.

Ne consegue che l’adozione delle regole di cui si sta parlando nasce dal tempo trascorso dall’emanazione del precedente provvedimento, dalla necessità di recepire alcune modifiche ai sistemi di gioco Vlt, e dalle esperienze maturate nel primo periodo di esercizio delle Vlt. Si è dimostrato indispensabile “correggere il tiro” di queste apparecchiature da intrattenimento posto che, presumibilmente, loro saranno il futuro del gioco. Le “famigerate macchinette Awp” invece, saranno forse destinate a sparire dal territorio, oppure ad essere confinate in sale dedicate: ancora il loro destino non è completamente scritto vista la crisi di Governo e gli impegni indubbiamente più “importanti e pressanti” che il neo Governo Gentiloni sarà chiamato ad affrontare.

Redazione News24G

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *