Hyperloop, adesso se ne interessano gli Emirati Arabi Uniti

Hyperloop, adesso se ne interessano gli Emirati Arabi Uniti.

Elon Musk, il miliardario che guarda al futuro, si muove alla velocità della luce, o quasi, con le sue navicelle spaziali, con le sue macchine, ma soprattutto col suo pensiero.

Già nel 2013 Musk parlava, inascoltato, del progetto Hyperloop. Quasi tutti erano scettici, sia perché sembrava una cosa troppo futuribile, sia per un problema di costi.

Il progetto prevede viaggi all’interno di grandi tubi nei quali è creato il vuoto. Distanze anche notevoli coperte in brevissimo tempo, ad esempio da Los Angeles a San Francisco in soli 30 minuti.

Ora dal sogno ci stiamo spostando verso la realtà, perché sembra che ci possano essere dei finanziatori, o quanto meno realtà interessate concretamente allo sviluppo del progetto e alla successiva fase di realizzazione.

Ecco che gli Emirati Arabi Uniti scendono in campo. Non è escluso che proprio in quei territori si possa costruire il primo impianto test che sarà il banco di prova per questa tecnologia del futuro.

Hyperloop One, così si chiama il progetto, potrà essere assolutamente concorrenziale con gli aerei, se solo si pensa che il mezzo che trasporta le persone è in grado di sviluppare un’accelerazione da zero a 185 chilometri orari in due secondi.

Redazione News24G