Secondo il Wall Street Journal BigG sta lavorando a un’app che sfrutterà l’intelligenza artificiale per introdurre i “chatbot”, degli “utenti virtuali” che cercheranno risposte nel web per fornirle agli “utenti reali”.

La nuova chat dovrebbe permettere a Google di rilanciarsi nel settore, dato che le sue app Hangouts e Messenger non riescono a raggiungere il successo di Whatsapp e Messenger di Facebook.

Al posto della classica ricerca su Google, sarà possibile digitare una domanda nella chat e avere una risposta dai chatbot, che memorizzeranno le precedenti conversazioni e prepareranno una risposta su misura agli interessi e al profilo dell’utente. Per esempio, se prima si è comunicato di essere vegetariani, con la prossima ricerca di un ristorante non verranno automaticamente mostrate le bisteccherie.

A dirla tutta, i chatbot non sono un’invenzione di Google. Questa tecnologia è già sfruttata da app come Telegram, specializzati per argomento e sviluppati dalla piccola startup 200 Labs, proprio quella che, secondo il Wall Street Journal, il colosso di Mountain View avrebbe tentato senza successo di acquisire lo scorso ottobre.

Redazione News24G

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *