Fallito l’aggancio all’ISS, progress sta precipitando verso la Terra

Potrebbe essere una situazione di grave pericolo per la Terra: la navetta spaziale Progress M-27M, che martedì non è riuscita ad attraccare alla Stazione spaziale internazionale (ISS) in orbita intorno alla Terra, sta precipitando e non si sa dove e a che velocità potrebbe collimare col nostro pianeta.

Fonti dell’industria spaziale, citata da Interfax, hanno infatti riferito che: “Sta girando sul suo asse molto rapidamente ed in modo incontrollato”, compiendo “Un giro in pochi secondi”: in pratica i russi hanno ammesso che ormai la capsula è fuori dal loro controllo e che quindi potrebbe schiantarsi in chissà quale località.

Stando ai calcoli degli scienziati, la capsula Progress tornerà nell’atmosfera terrestre tra il 7 e l’11 Maggio, a meno che i tentativi che verranno fatti per provare a riportarla sotto il controllo del centro operativo, non vadano a buon fine. Bisogna ricordare anche che Progress è anche di notevoli dimensioni e pesa circa 7300 kg.

Sia la Nasa che l’Agenzia spaziale russa Roscosmos hanno chiarito che i sei membri attualmente a bordo della Stazione orbitante – tra loro l’italiana Samantha Cristoforetti – non sono in pericolo e hanno scorte sufficienti per diversi mesi, sia nel settore americano che in quello russo.

Redazione News24G

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *