Durex lancia l’hashtag #CondomEmoji, a pochi giorni di distanza dalla giornata mondiale per la lotta all’AIDS, del 1 dicembre, dove l’azienda proporrà all’Unicode Consortium di rendere standard una nuova emoji che raffigura un preservativo.

Karen Chisholm, marketing director dell’azienda, ha spiegato in che modo l’introduzione della emoji costituisca il primo step per una campagna di sensibilizzazione e responsabilizzazione, anche se può sembrare solo un’operazione commerciale legata al brand.

L’80% delle persone di età compresa fra 18 e 25 anni trova più semplice esprimersi mediante le famose faccine e oltre il 50% dichiara di utilizzarle regolarmente nelle conversazioni riguardanti il sesso, difatti l’84% afferma di sentirsi a proprio agio parlando di sesso attraverso le emoticon piuttosto che a parole.

Il dato più allarmante è che oltre un terzo degli intervistati non si preoccupa dei possibili rischi derivanti dal sesso non protetto e pensa che l’HIV non costituisca un pericolo per se stessi o per i propri amici.

Una emoji a forma di condom quindi, permetterebbe ai più giovani di superare l’imbarazzo che circonda le discussioni sul tema del sesso sicuro, incoraggiando la conversazione in merito all’importanza di usare i profilattici per proteggersi dalle malattie sessualmente trasmissibili.

Redazione News24G