Come si salva l’antica Roma? Con la tecnologia del virtuale e del 3D

Come si salva l’antica Roma? Con la tecnologia del virtuale e del 3D.

Il patrimonio culturale della capitale è immenso, ma è a rischio oblio, sia per incuria, sia per scarsa valorizzazione, sia per mancanza di fondi per proteggerlo e farlo conoscere adeguatamente.

Non solo. In Italia solo per l’1% dei monumenti possediamo un quadro scientifico che ci consenta di tutelarli e proteggerli in caso di danni umani o materiali.

Ecco che allora, nella capitale della cultura italiana, Roma, dal 4 al 6 ottobre si celebra un importante avvenimento, il Forum Technology for all, sull’Appia Antica e alla Biblioteca Nazionale.

Si tratta della terza manifestazione fatta a partire dal 2014. Qui si discuterà di avanzate tecnologie per la documentazione, la misura, la memorizzazione e il monitoraggio per il coordinamento e la gestione del patrimonio culturale dei territori e delle città.

Renzo Carlucci, ideatore del Forum, spiega: “Il Forum è nato quasi spontaneamente per rispondere a una carenza di diffusione delle possibilità offerte dalle nuove tecnologie in campo culturale. Tanto per fare un esempio, si è parlato della necessità e urgenza di ricostruire modelli stampati in 3D dei monumenti distrutti dall’Isis in Siria. Ma chi è a conoscenza che senza rilievi fotogrammetrici preventivi di alta precisione, non è possibile realizzare queste costruzioni?”.

Redazione News24G

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *