Celestron Travelscope 50C, il comodo telescopio da viaggio

Celestron Travelscope 50 è un telescopio da viaggio comodo e compatto.

Celestron: un nome, una garanzia

Quando parliamo di Celestron, sappiamo che già la base di partenza è notevole, soprattutto in termini di qualità ottica. Questo Travelscope, o se vogliamo telescopio da viaggio, ci consente anzitutto una cosa importante: l’estrema trasportabilità del tutto.

Il che è senza dubbio un ottimo inizio, anche perché se dobbiamo portarci appresso, magari in vacanza, uno strumento ottico troppo ingombrante, nella migliore della ipotesi lo lasciamo nel portabagagli della macchina; nella peggiore lo lasciamo nella nostra abitazione. E invece no, il Travelscope 50 lo portiamo ovunque in maniera molto agevole.

Celestron Travelscope 50, caratteristiche

Il Travelscope 50Si è un piccolo telescopio che possiamo in realtà trovare in due versioni: la prima ha il diametro della lente di 50 millimetri, la seconda ha il diametro della lente di 70 millimetri. Che cosa vuol dire questa differenza? Semplicemente che la lente da 70 millimetri garantisce una maggiore definizione dell’immagine, nonché, in condizioni di scarsa luminosità, una maggiore raccolta di luce. Ovviamente la versione da 70 millimetri va meglio per le visioni notturne, cioè per l’astronomia, e non solo.

Travelscope 50, configurazione ottica

La configurazione ottica di entrambi è quella di un rifrattore; vale a dire che il telescopio usa una lente e non uno specchio per amplificare le immagini. Ma concentriamoci sulla versione da 50 millimetri, cioè la più piccola.

La lunghezza focale di questo rifrattore è di 360 millimetri, mentre la luminosità è di 7.2. Abbastanza buona, quest’ultima, ma non eccezionale. Se vogliamo rendere il telescopio più luminoso, esistono in commercio dei riduttori di focale, detti anche telecompressor, che diminuiscono la scala dell’immagine, ma aumentano la luminosità. Li produce anche la Celestron stessa.

Celestron Travelscope 50C immagine

La lente di Barlow

Se vogliamo aumentare la scala dell’immagine, possiamo utilizzare, insieme agli oculari, un accessorio che si chiama lente di Barlow. Anche questa è prodotta dalla Celestron. La lente di Barlow fa parte della confezione che ci viene venduta. Quest’ultima consente addirittura di triplicare l’ingrandimento. Insieme alla lente di Barlow ci sono due oculari: uno da 20 mm, che assicura un ingrandimento da 20X; uno da 8 mm, che assicura un ingrandimento da 45 X.

Travelscope 50, design

Per quel che riguarda l’aspetto del telescopio, esso è gradevole, compatto. Soprattutto pesa solo 1,5 chilogrammi. Possiede anche un piccolo puntatore, montato in parallelo allo strumento principale, per consentire di individuare con maggiore facilità l’oggetto da osservare. Il tutto ovviamente va fissato sul suo cavalletto.

Il cavalletto

Il cavalletto è estremamente importante, perché se la parte ottica non è ben fissa, le immagini risulteranno sempre mosse e quindi molto degradate.

Le osservazioni con il Travelscope 50

Ora che tutto è pronto, possiamo dare il via alle osservazioni. Sarà meglio cominciare progressivamente con un basso ingrandimento, cioè con l’oculare da 20 millimetri. Poi possiamo passare all’oculare da 8 millimetri, per un maggiore ingrandimento.

Infine, possiamo provare a montare la lente di Barlow insieme all’oculare da 20 mm, per un ingrandimento ancora maggiore. Ovviamente possiamo provare questo Celestron sia alla luce del giorno, puntando un oggetto lontano, magari un nido di uccelli; oppure di notte, cominciando qualche osservazione astronomica facile. L’oggetto classico da osservare, in questi casi, è la Luna, con le sue mille meraviglie. Provate e vedrete che questo prodotto non vi deluderà.

OFFERTA PER I LETTORI TRAVELSCOPE: Celestron Travel- Telescopio

Redazione News24G

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *