Burkini, imam pubblica foto di suore e viene cancellato da Facebook

In questi giorni sta impazzando la polemica sul burkini, il costume integrale femminile utilizzato dai fondamentalisti islamici. Recentemente, il presidente dell’Unione comunità islamiche e imam di Firenze, Izzedin Elzir, ha pubblicato sul suo profilo Facebook una fotografia che ritrae alcune suore al mare, uno scatto che ha sollevato alcune polemiche e il blocco del suo profilo social.

Da Menlo Park hanno spiegato che i motivi del blocco non hanno nulla a che vedere con la foto pubblicata: “L’account del presidente dell’Ucoii e imam di Firenze Izzeddin Elzir è stato disabilitato temporaneamente a seguito della segnalazione di un utente che lo reputava fake. Facebook ha attivato la procedura standard per la verifica dell’account. Il profilo è stato riattivato immediatamente una volta accertata l’identità dell’utente. L’evento non è collegato alla foto postata che ritrae le suore in spiaggia”, spiega un portavoce di Facebook tramite una nota.

Nel messaggio inviato a Elzir dopo la sospensione dell’account, difatti, gli amministratori del social network hanno spiegato di aver sospeso il profilo dopo le segnalazioni di alcuni utenti, che lo indicavano come intestato a una persona inesistente: “Mi hanno chiesto di inviare copia di un documento d’identità per dimostrare che sono una persona vera. Se la pubblicazione della foto e il blocco del profilo fossero due cose collegate sarebbe il colmo. Una cosa che non succede neppure nelle peggiori dittature”, ha dichiarato l’imam, aggiungendo che in serata “il profilo è stato riattivato. Comunque sulla vicenda ho contattato un avvocato per verificare, per capire cosa sia accaduto. Stiamo vivendo in un particolare momento storico ed è grave che il profilo di un imam, del presidente dell’Ucoii rimanga oscurato per 7 ore e per una ragione che non so”.

Redazione News24G

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *