Ben cinque anni di carcere a chi festeggia il Natale nel Brunei.

Questa la decisione del sultano Hassanal Bolkian, il quale ha disposto che il piccolo stato del Borneo il 25 dicembre dovrà rispettare la legge musulmana.

Nei suoi viaggi internazionali, il sultano apprezza i lussi occidentali, difatti soggiorna spesso a Londra, ma nella sua patria ha deciso di essere più intransigente.

Già a gennaio il sovrano aveva annunciato che avrebbe bandito i festeggiamenti natalizi nel 2015 e, secondo il Daily Telegraph, il 25 dicembre i cittadini non potranno “indossare simboli come croci, accendere candele, addobbare alberi di Natale, cantare inni religiosi o mandare auguri, montare decorazioni”.

Chi non è musulmano potrà festeggiare il Natale solo all’interno della propria comunità e solo dopo aver avvertito le autorità spiegando cosa intendano fare.

Il ministro degli Affari Religiosi del Brunei, ha spiegato tramite una nota che tale divieto è un modo per “preservare il credo della comunità musulmana. Spesso, durante i festeggiamenti natalizi, bambini o anche adulti musulmani indossano cappelli da Babbo Natale e invece dovrebbero stare attenti, perché queste celebrazioni non sono legate al’Islam e potrebbero danneggiare la loro fede”.

Redazione News24G

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *