“Internet è diventato infatti in relativi pochi anni uno straordinario spazio di comunicazione, confronto, di partecipazione dal basso, di sviluppo economico e sociale, indispensabile nella nostra vita quotidiana, professionale, politica e sociale. È compito delle istituzion garantire anche in questo spazio libertà, uguaglianza, dignità e diversità delle persone. Questo è l’obiettivo della Carta dei diritti in Internet, che non è una legge, ma una dichiarazione di principi che si concentra su alcuni punti fondamentali quali il diritto di accesso alla rete, la sua neutralità, la tutela dei dati personali, dell’identità, dell’inviolabilità dei dati stessi, il diritto all’anonimato come all’oblio, le garanzie sulle piattaforme ma anche l’educazione ad Internet e la sicurezza”, ha scritto la presidente della Camera Laura Boldrini in un messaggio in occasione dell’Internet Governance Forum Italia 2015.

Stefano Rodotà, ha così commentato: “il primato deve andare alla tutela dei diritti fondamentali, che oggi sono oggettivamente a rischio per effetto della facilità con cui le tecnologie permettono di raccogliere ogni tipo di dato personale. La sentenza europea di pochi giorni fa dice esplicitamente che le raccolte di massa di dati sono illegittime, si può solo fare interventi mirati su soggetti individuati, e il dispositivo dice esplicitamente che è una disciplina che viola il diritto al rispetto della vita privata garantito dalla carta dei Diritti Europei. In questo momento l’Europa ha messo due paletti, su questo ma anche sui diritti economici, quando ha stabilito che il diritto all’oblio prevale sugli interessi economici dei motori di ricerca”.

Il presidente e Ceo di Icann Fadi Checadè è intervenuto in un videomessaggio, sottolineando quanto sia “importante che Italia e Europa partecipino attivamente al governo della rete dimostrando la loro leadership. Spesso si paragona internet a un fiume che trasforma tutto quello che tocca, ma un fiume ha bisogno di argini e dighe. Dobbiamo essere in grado di trasformarci e assicurare che internet sia un motore di sviluppo”.

Redazione News24G

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *