Blackout di Fastweb manda l’aeroporto di Fiumicino in tilt

Nella giornata di ieri un blackout della connessione Fastweb ha mandato in tilt per ore l’aeroporto Leonardo da Vinci di Fiumicino. Il guasto è stato causato dall’assenza di connettività dei dati della linea Fastweb, fonte di funzionamento del sistema automatico di accettazione dei passeggeri, per questo l’aeroporto è andato in tilt per circa due ore nella mattina, ma già dalle 14.00 il Terminal 3 è riuscito a tornare alla normalità svolgendo le quotidiane operazioni di check in e imbarco.

L’interruzione di Fastweb ha comunque costretto gli operatori del check-in a proseguire a mano l’accettazione dei passeggeri e dei bagagli da destinare in stiva, rallentando di molto il servizio, e causando ai viaggiatori in transito lunghissime code e attese che hanno toccato anche le due ore. Le persone coinvolte sono state migliaia, al punto che per gestire l’emergenza sono stati chiamati anche agenti della Polaria, carabinieri e sicurezza Adr, mentre nel corso della mattinata di ieri l’Enac raccomandava ai passeggeri di contattare preventivamente le compagnie aeree di riferimento e la società di gestione ADR per verificare la puntualità e la regolarità dei propri voli.

Le compagnie coinvolte sono state Etihad, Air Serbia, Air Lingus, Air Berlin, le quali stanno valutando un’eventuale procedura legale contro la compagnia Fastweb. Alitalia e le altre compagnie di Skyteam, dotati di propria connettività al check in, non hanno risentito del disservizio ed hanno lavorato sempre con regolarità.

Redazione News24G

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *