Viene denominata “crittomoneta” ovvero la Bitcoin, la cosiddetta moneta elettronica che a quanto pare non convince il governo di Pechino.

La moneta online viene ritenuta “non sicura” per i cittadini che vogliono utilizzarla e attualmente nella realtà dei fatti non risulta essere una moneta legale a tutti gli effetti, c’è ancora poca sicurezza attorno a questa moneta.

Tanti sono i siti che non dispongono di controlli sicuri e quindi facilmente possono prestare il fianco ad attacchi informatici, inoltre risultano essere anche diverse le accuse e tra l’altro anche alcuni fermi operati dalle autorità, per sottrazione di soldi reali in merito a scambi con Bitcoin.

La moneta elettronica o anche detta: crittomoneta, in realtà nasce come alternativa al denaro ufficialmente sul mercato, una sorta di moneta a se con la quale è possibile utilizzare qualsiasi tipo di servizio ma ancora sotto controllo per l’eccessiva insicurezza.

Il Bitcoin al momento per le autorità di Pechino e per le dichiarazioni della Banca cinese, risulta essere poco sicura soprattutto in virtù di molti siti che gestiscono le transazioni e i cambi online.

bitcoin-moneta-pechino

Redazione News24G