Apple mira all’Intelligenza Artificiale e acquisisce Turi

Il colosso tecnologico Apple ha deciso di investire le proprie risorse sull’Intelligenza Artificiale e lo fa rilevando per 200 milioni di dollari la startup Turi, un’azienda specializzata nei sistemi di apprendimento automatico. Lo ha annunciato Bloomberg, , secondo cui l’acquisizione potrà alimentare Siri, l’assistente virtuale di Apple, anche se l’azienda di Cupertino non ha rilasciato alcuna dichiarazione ufficiale.

La startup Turi è attiva nel cosiddetto “machine learning”, vale a dire la famosa tecnologia che “impara con l’esperienza”, ottima per affiancare l’assistente informatico per gli utenti Siri, e sicuramente utile per tutti gli altri progetti ancora in cantiere. Questa mossa fa bene alle azioni in borsa della mela morsicata, difatti titolo Apple guadagna al momento lo 0,11% a 107,6 dollari (Nasdaq -0,23%).

L’acquisizione è un passo in avanti nella battaglia tra i titani della tecnologia come appunto Apple, Google e Facebook, tutti colossi decisamente interessati al nuovo settore dell’Intelligenza Artificiale e, in modo ancor più particolare, nella cosiddetta “computazione pervasiva“, ovvero la capacità di un bot di dedurre automaticamente tutto quello di cui un utente ha bisogno.

Per Apple non è la prima acquisizione di un’azienda specializzata sull’intelligenza artificiale, solo lo scorso gennaio ha rilevato Emotient, una startup incentrata nel riconoscere le espressioni facciali, in più lo scorso anno ha acquistato VocalIQ e Perceptio, con lo scopo di potenziare Siri.

Redazione News24G

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *