Nicolas Cage, suo malgrado, ha restituito il cranio di un dinosauro comperato regolarmente ad un asta.

L’attore aveva acquistato il reperto archeologico nel 2007 ad un asta, al costo di 230.000 dollari e anche un suo noto collega, Leonardo Di Carpio aveva intenzione di portarsi a casa il “cranio Bataar”.

Il cranio del dinosauro era passato alla dogana come una pietra fossile, in realtà era stato rubato in Mongolia.

Dopo sette anni dall’acquisto l’attore è stato informato dalle autorità statunitensi che forse il suo prezioso reperto era stato importato illegalmente negli Stati Uniti.

Il cranio è stato esaminato da alcuni esperti del settore e dopo aver accertato che apparteneva ad un esemplare di tarbosauro Bataar vissuto durante il periodo Cretaceo, 65 milioni di anni fa, in Mongolia.

Tutti i resti appartenenti a questa specie sono considerati di proprietà del governo e anche Nicolas Cage ha dovuto restituire il cranio del suo dinosauro al governo della Mongolia. In questi ultimi tempi il Governo degli Stati unti ha rimpatriato altri tre scheletri completi dello stesso esemplare e diversi animali preistorici, come rettili ed uccelli.

Alessandra Forte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *